Together we grow 1Si è svolto dal 16 al 20 ottobre 2014 nella cittadina croata di Križevci (60 km a Nord-Est di Zagabria) il quinto convegno degli imprenditori europei aderenti al progetto dell'Economia di Comunione (EdC). In concomitanza con questo evento, New Humanity e l'EdC hanno lanciato il progetto “Together we Grow: Youth Towards an Inclusive Economy” (Crescere insieme: i giovani per un'economia che include).
Grazie al programma dell'Unione Europea “Erasmus +”, 42 giovani europei hanno potuto approfondire la realtà aziendale dell'EdC.

Together we Grow

La concomitanza con il convegno degli imprenditori aderenti al progetto dell'EdC ha permesso alla cinquantina di giovani (provenienti da Croazia, Bulgaria, Germania, Italia, Macedonia, Romania ed Ungheria) che ha partecipato al programma di avere momenti di incontro e condivisione con chi impegna in prima persona la propria azienda e le proprie competenze imprenditoriali per promuovere un'economia fondata sul valore della fraternità.

Together we grow 3Non sono mancati i momenti di formazione e sessioni plenarie su nuove pratiche di gestione incentrate sulla gratuità, la reciprocità ed il dialogo. Sono quindi seguiti lavori di gruppo su vari temi, tra i quali: “Cosa occorre per realizzare un piano finanziario ed un piano di avvio Edc”, “Le strade di inclusione degli indigenti a livello locare nella vita dell'impresa di comunione”, “La diffusione del progetto Edc, e della sua cultura”, “Gestione delle associazioni senza fini di lucro”,...

I giovani partecipanti hanno inoltre apprezzato particolarmente la visita a due aziende che adersicono al progetto dell'EdC nei dintorni della cittadina croata. Si tratta di un'industria operante nel campo dell’ingegneria meccanica che unisce la ricerca della qualità del prodotto con la scelta di mettere al primo posto la “persona” e dell’asilo nido “Raggio di sole” che cerca di educare i bambini sin da piccoli secondo la cultura del dare e di comunione.

Together we grow 4Erano giunti in Croazia da varie nazioni europee ed anche le motivazioni che li avevano spinti a partecipare al progetto erano molto diverse (vi erano studenti di economia, giovani imprenditori e ragazzi semplicemente interessati ad approfondire le tematiche in questione). Tuttavia, al termine della settimana, i giovani partecipanti si sono ritrovati ad essere un gruppo di amici, unito e sensibilizzato verso un'imprenditorialità creativa, solidale e fraterna, tanto che hanno spontanenamente deciso di avviare presto un forum multimediale che li tenga in contatto e li aiuti a promuovere quanto appreso.

Non mancano già i primi frutti. Un gruppo di partecipanti provenienti dalla Bulgaria ha ad esempio deciso di aderire al progetto dell'Economia di Comunione con la propria libreria appena inaugurata, mentre due studenti rumeni hanno tenuto una presentazione del progetto davanti al proprio corso di laurea, entusiasmando e coinvolgendo numerosi colleghi e professori.

Sono otto le Associazioni che hanno partecipato al progetto. Oltre a New Humanity ed il progetto EdC, sono state coninvolte anche l'Associazione Udruga za ekonomiju zajednistva (Croazia), in collaborazione con Starkmacher (Germania), Uj Varos (Ungheria), Sunmill (Bulgaria), Sonce Zdruzenie za podrska na temeljni covekovi vrednosti (Macedonia), Asociatia Opera preasfintei Maria (Romania).

new humanity per un mondo unito

documenti Giovani

Chi è online

Abbiamo 28 visitatori e nessun utente online

  • Simple Item 3
  • Simple Item 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Contatti

contatti Scrivici

Trovi qui i nostri contatti

sitemapMappa del sito

vedi la struttura del sito per trovare quello che cerchi

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.